La Nostra Filosofia Associativa

L’Associazione culturale Cronache d’Ombra nasce nel lontano 2011 da una semplice idea idea di un gruppo di amici che, stanchi di sedersi ad un tavolo per raccontare le loro avventure, hanno deciso di organizzare un piccolo ciclo di eventi ludico-teatrali con lo scopo di divertirsi e passare del tempo assiame.

Con gli occhi di semplici ragazzi adolescenti osservavamo il mondo ludico cercando di stupire il prossimo dando libero sfodo alla nostra immaginazione focalizzandoci sull’anima stessa del gioco, da sempre il più grande strumento utilizzato da chiunque voglia evadere dalle sue problematiche per ricercare la felicità.

Racconti emozionanti, momenti di puro divertimento, successi ma anche tensioni, litigi, e problematiche. Il tempo passato nel gestire questo progetto ha arricchito in maniera meravigliosa le nostre giornate e le esperienze vissute in questi anni ci hanno portato a ciò che siamo oggi.

L’Associazione Cronache d’Ombra ora, non è più solo un grupo di amici con passione e voglia di divertirsi ma è diventata una realtà concreta che ha come scopo primario quello di presentare un progetto culturale ben più evoluto del consueto “gioco”.

Il divertimento e la passione restano sempre i principali motori che accompagnano i passeggeri in questo bizzarro “viaggio” permettendogli di vivere nuove opportunità e osservare paesaggi mai visti prima.

L’obbiettivo delle nostre attività è, in sintesi, quello di creare occasioni in cui coloro che vi prendono parte, possano non solo godere di un piacevole passatempo ma anche avere l’opportunità di confrontarsi con persone sconosciute, inserisi in nuovi contesti sociali, collegarsi al mondo dell’arte, affrontare pensieri e realtà da sempre estranei alle proprie consuetudini, vivendo in prima persona un avventura moderna “sporcata” da un alone di mistero.

Teatro e Gioco di Ruolo

Il Teatro è un piccolo mondo all’interno del quale trovano posto grandi sentimenti ed emozioni.

In ogni momento della vita, dall’infanzia fino all’età adulta, la fantasia è l’unico luogo che permette di vivere senza limitazioni tutte le situazioni e i sentimenti ad essi legati.

La rappresentazione teatrale ha un’elevata funzione catartica, sia per chi recita che per chi assiste alla rappresentazione: attraverso l’immedesimazione in una situazione fantastica si possono vivere emozioni forti in uno spazio tutelato e protetto.

Il “far finta che”, equivalente al gioco simbolico del bambino, permette di esprimere tutto in maniera controllata, come essere all’interno di una scatola che dà la sicurezza che tutto quello che si prova abbia un senso, che si chiude dove si apre, che non devasta nulla, ma che è una grande occasione di crescita personale interna solo per il fatto di aver trovato spazio di espressione dentro di noi.

Prendendo spunto da queste tematiche sociali e dall’impatto che simili esperienze possono portare in coloro che vi partcipano, si puo’ trovare la giusta collocazione a quello che viene definito Gioco di Ruolo. O almeno, quello che la nostra Associazione vorrebbe che fosse.

Questo filone di “Teatro a Schema libero” è una forma di attività ludica in cui i partecipanti interpretano fisicamente i personaggi con il proprio agire, rappresentando le situazioni fittizie nello spazio reale che li circonda.

Distaccandosi dai limiti imposti dal “canovaccio” teatrale ed accentuando l’immedesimazione dei partecipanti attraverso l’uso di costumi, equipaggiamento e scenografie a tema con l’ambientazione del gioco, si crea un contesto in cui le esperienze vissute durante gli eventi sono indubbiamente forma di divertimenti ma possono anche essere spunto per analisi e riflessioni personali.

Il Gioco di Ruolo dal Vivo si può quindi considerare, in sintesi, un’attività ludica di forma teatrale con un coinvolgente senso sociale ed artistico rivolta ai soli suoi partecipanti.

La Politica delle Maschere

Avventure fantastiche, eroici combattimenti e storie che lasciano correre indisturbata la fantasia, sono i principali motivi che spingono le persone a trovare rifugio nel gioco cercando di evadere da realta’ che magari non rispecchiano le proprie ambizioni….

Momentanee vie di fuga che recano conforto, fanno divertire e trasmettono emozioni che allontanano dalla mente i problemi e le condizioni in cui siamo immersi nella vita quotidiana. Spesso il teatro ludico e il gioco di ruolo viene visto solo sotto questo aspetto fungendo da “divertente placebo” senza mai affrontare davvero le tematiche che ci coinvolgono tutti i giorni.

E’ in questa realtà che l’Associazione Cronache d’Ombra ha deciso di collocarsi.

Superare i limiti che spesso ci si impone quando ci si relaziona con gli altri, vincere le insicurezze che bloccano l’espressione dei propri pensieri, trasmettere agli altri le proprie conoscenze ed esperiemze e poter crescere confrontandosi con ambienti nuovi e mai esplorati attraverso il dialogo, la politica e l’investigazione.

Indossare un maschera interpretando un personaggio che partecipa ad una storia puo’ rivelarsi la chiave per far evolvere un ambiente che non sarà più solo una fonte di svago e divertimento ma sarà anche un occasione in cui assistere ad una maturazione personale.

Rileggendo le parole di Oscar Wilde “L’uomo è meno sé stesso quando parla in prima persona. Dategli una maschera, e vi dirà la verità.” ci si puo’ rendere davvero conto della forza di un cosi’ semplice artifizio quando questo viene condotto al di la’ dei normali stereotipi ludici.

L’arte del dialogo, del compromesso e della politica non possono che essere i metodi piu’ efficaci per potersi confrontare al meglio e potersi introdurre nell’ambientazione da noi costruito che fonde la realtà in cui tutti siamo sempre stati abituati a vivere con misteri, folklore e storie da sempre frutto di credenze popolari.

Vivere la società moderna, i suoi problemi, le sue vicissitudini e le sue peculiarita’ osservandole attraverso gli occhi di una creatura della notte che con tono Noir amministra le sue decisioni, i propri obbiettivi e la propria crescita.

Indossare una maschera ed intepretare un ruolo mette a nudo le caretteristiche piu’ belle di ogni individuo ma anche le menzogne, la rilassatezza, la bassezza e la ipocrisia. Una volta tolta il personaggio non esistera’ piu’ ma tutte le esperienze vissute resteranno nel bagaglio personale di ognuno di noi.